“Il Giro del ’44” di Nicola Cinquetti: viaggio lungo una tappa della Storia d’Italia

Se c’è un evento sportivo che nell’ultimo secolo ha saputo unire l’Italia da nord a sud, è sicuramente il Giro. Quello con la “G” maiuscola. La corsa rosa, infatti, è da sempre capace di far riversare in strada grandi e piccini, in attesa della carovana, di quel gruppo di maglie colorate che sfrecciano veloci tra le strade del nostro Belpaese: un fiume di mani pronte ad applaudire, ad incitare i propri beniamini, a raccogliere una borraccia come un cimelio prezioso.

Mani come quelle di Martino, che il 29 maggio del 1940 fremono salendo l’Abetone insieme al nonno e al signor Romolo, in attesa di veder passare, a pochi passi da lui, la maglia azzurra del leggendario Gino Bartali. Ma quel giorno, il primo a transitare davanti agli occhi increduli e affascinati di Martino, sarà Fausto Coppi, lanciato verso la sua prima vittoria al Giro d’Italia e alla sua prima maglia rosa. Un evento che segnerà il cuore di quel bambino di otto anni, che si innamorerà del Campionissimo, sognando di pedalare come il Fausto nazionale.

Inizia così “Il Giro del ’44”, l’ultimo libro di Nicola Cinquetti, edito da Bompiani, un viaggio attraverso uno dei periodi più bui e difficili della storia recente italiana, quello della Seconda Guerra Mondiale.

Un percorso sulle orme di Martino, costretto a lasciare la cittadina dove vive nel cuore della Toscana, a causa dei bombardamenti, per rifugiarsi in un paesino arroccato sull’Appennino, insieme al nonno, alla mamma e alla zia. Uno sfollamento che lo porterà a confrontarsi con una realtà difficile: dovrà lottare con una banda, capeggiata da una bambina che gli ruberà la bicicletta, e lo prenderà subito di mira. Ma il cammino di Martino sarà un’ascesa rapidissima dall’età dell’infanzia a quella dell’età adulta, tra la povertà, le tragedie della guerra e le azioni partigiane, bruciando le tappe di spensieratezza e felicità, che ogni bambino meriterebbe di vivere.

Tappe, che lui disegnerà lungo l’itinerario di un ipotetico Giro d’Italia del 1944, mai disputato nella realtà a causa del conflitto bellico, ma che Martino traccerà nella fantasia, sognando di essere il suo eroe ciclistico Fausto Coppi.

“Il Giro del ‘44” è un libro avvincente, che riporta indietro in un’epoca triste del recente passato, ripercorrendo sentieri della storia d’Italia ormai passati, ma che non devono essere dimenticati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...