“Vecchi, folli e ribelli” di Giampaolo Pansa

Secondo alcuni dati rilasciati qualche tempo fa dal Sistema Sanitario Nazionale, l’Italia – parafrasando un film dei fratelli Cohen – è un Paese per vecchi. Si stima infatti che il numero di anziani nel Paese, sia in continua crescita e che entro il 2030 potrebbero essere il 26,5% della popolazione, senza dimenticare che negli ultimi 20 anni il tasso di over 80 è aumentato del 150%.

Numeri davvero impressionanti, ma che in un certo senso contestualizzano meglio di ogni altra parola Vecchi, folli e ribelli di Giampaolo Pansa, edito da Rizzoli.

Il sottotitolo: Il piacere della vita nella terza età rende subito l’idea dei contenuti di questo mix tra saggio e racconto personale, dove nel prologo viene anticipato totalmente il mood del volume:

Una ricerca del dipartimento di geriatria dell’università di Padova sostiene che le vedove risultano più in forma delle mogli con un marito ancora in vita. Si sono liberate dal peso di accudire un uomo quasi sempre più anziano di loro. Hanno molta cura del proprio aspetto. Spesso vivono una storia d’amore meno impegnativa di un matrimonio. Riscoprono l’amicizia con un’altra donna. Insomma si rendono conto di essere più felici. Se questa è la situazione, diventa inevitabile porci una domanda. La nostra società è pronta ad accettare che schiere di anziani si comportino come se fossero ancora lontani dalla terza o dalla quarta età?

pansaVecchi, folli e ribelli racconta senza piagnistei o vittimismi la figura protagonista dell’Italia di oggi: l’anziano. E leggendolo si scopriranno molte cose che probabilmente ignoriamo. Al contrario di quanto si crede, quello che racconta Pansa non è un mondo di deboli, con il solo traguardo di andare al Creatore. Prima di tutto scoprirete che il gusto per la vita non li ha abbandonati: rifiutano di arrendersi e di considerare la vecchiaia una malattia incurabile. Anzi, c’è la consapevolezza di contare molto in un Paese come il nostro dove il loro numero cresce di continuo. Se la statistica citata in apertura sarà soddisfatta, del resto, tra quattordici anni più di una persona su quattro sarà “Anziana”.

Nelle scelte politiche risultano decisivi, lo si è visto in Gran Bretagna nel referendum sulla Brexit, e anche in Italia, secondo molti sondaggi, gli “Over 55” avrebbero scelto di votare No al referendum del 4 dicembre.

Gli anziani sono protagonisti del mercato, perché la maggior parte di loro può contare su un fisso mensile, ovvero la pensione, e quindi si ritrova ad avere più potere d’acquisto di quando magari era giovane.

Eppure di loro non si discute mai. E secondo Pansa il motivo è semplice e lui stesso lo avrebbe compreso solo dopo aver compiuto gli ottanta anni: la vecchiaia fa paura, impaurisce persino chi ne è ancora distante.

Quasi nessuno vuole parlarne, e per stessa ammissione dell’autore:

Ho provato a farlo con questo libro per me insolito e in parte autobiografico. Descrive la terza età nella sua forza, ma anche nei problemi che l’affliggono: la solitudine, la paura della povertà, il terrore di ammalarsi, l’angoscia di essere rapinati persino dalla propria banca, sino al rebus del rapporto tra maschi e femmine.

Sì l’amore! Del resto è da sempre la cartina tornasole della vitalità e del desiderio di rimanere giovani. Per gli uomini lo conferma l’uso crescente del Viagra, mentre nelle donne il rifiuto della vecchiaia spinge a nascondere l’età, con la cura del corpo.

Stiamo assistendo a una rivoluzione silenziosa che l’autore ammette di aver tentato di togliere dall’ombra con un insieme di storie sul privato di italiani ormai lontani dalla giovinezza.

Vecchi, folli e ribelli è un affresco sociale che racconta di un’Italia poco conosciuta – o che vogliamo conoscere poco – e al tempo stesso molto trascurata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...