EDOARDO SCIOSCIA (GRUPPO LIBRACCIO): Libro bene primario, pronti a riaprire appena le Autorità lo permetteranno.

Riceviamo e pubblichiamo queste parole di Edoardo Scioscia, AD Gruppo Libraccio

L’esigenza primaria di ogni libreria è quella di garantire la sicurezza dei librai, siano essi titolari o collaboratori dell’azienda. Siamo preoccupati e condividiamo l’appello al Governo del presidente dell’AIE Levi per interventi urgenti. In Italia oggi i libri non sono considerati beni essenziali, come in qualche paese europeo, quindi sinché le Autorità lo riterranno necessario le librerie rimarranno chiuse.

Siamo dell’idea che per una riapertura graduale i librai potrebbero facilmente attrezzarsi con le misure di sicurezza previste dai provvedimenti governativi, considerando che, nelle librerie, non è poi così difficile mantenere le distanze sociali in periodi non di punta delle attività. Le librerie Libraccio peraltro hanno dimensioni medie dai 200mq in su e lo spazio per poter evitare assembramenti c’è.

Nei giorni fra il 23 febbraio e l’11 marzo le attività hanno seguito scrupolosamente le indicazioni del Governo e in qualche caso i nostri librai hanno ricevuto i complimenti delle Autorità chiamate a vigilare.

Per questo motivo LIBRACCIO ha condiviso gli appelli del Sen. Renzi e dell’On.le Lattanzio. Singolare, e francamente fuori misura la presa di posizione dell’Adei – Associazione dei piccoli editori che forse dovrebbe preoccuparsi di quanto avviene nelle redazioni e nelle tipografie piuttosto che all’interno delle nostre attività.

Ai nostri clienti vogliamo far sapere che faremo di tutto per tornare presto a svolgere la nostra professione nel miglior modo possibile. LIBRACCIO riaprirà non appena sarà possibile e festeggerà con i lettori inaugurando entro l’anno due nuove librerie a Milano e nell’hinterland.

Oggi i clienti possono acquistare online, su Libraccio.it dove le attività proseguono grazie anche all’abnegazione e alla competenza del personale addetto.

Inoltre attraverso i nostri canali social stiamo vicino ai lettori momenti di incontro virtuale insieme ad autori, librai, influencer. La parola d’ordine è libro con le sue mille facce, con la sua straordinaria capacità di trasportarci nel tempo e nello spazio senza muoverci dal divano.

Foto: negozi.libraccio.it