“Viaggiare in poltrona”: la guida gratuita di Lonely Planet ai tempi del Coronavirus

In questi giorni segnati dall’emergenza Coronavirus, l’imperativo è restare a casa.

Ma non per tutti, e non sempre, rimanere tra le quattro mura domestiche è facile.

Ecco, però, che in soccorso degli amanti dei viaggi arriva la regina delle guide turistiche, la Lonely Planet, che sul proprio sito internet ha messo a disposizione una particolare guida per affrontare al meglio questi giorni nei quali non è possibile muoversi dalle proprie abitazioni.

Si chiama Viaggiare in poltrona ed è disponibile gratuitamente per il download, a questo indirizzo:

https://www.lonelyplanetitalia.it/speciale/viaggiare-in-poltrona

Ben 277 pagine contenenti 500 film, libri e musiche che fanno venire voglia di partire, suddivisi per aree tematiche: si va dai Road Movies, per sognare di essere sulla Route 66 americana a cavallo di una moto custom, ai Colori del Pacifico, dove immaginare di immergersi nelle azzurre lagune della Polinesia, fino alle sezioni dedicate alle più belle città del mondo, come New York, Venezia, Roma e Londra.

Il tutto grazie ad una selezione di testi, pellicole e dischi, da guardare, leggere e ascoltare, in queste giornate da trascorrere in casa.

Che cosa ci spinge a viaggiare, a partire da casa, se non i racconti, le immagini di luoghi che vorremmo scoprire di persona? Quanti film, libri o canzoni ci inducono a fare le valigie per ritrovare i personaggi, gli scenari e le atmosfere che evocano? Talvolta ci risulta difficile confessarlo, ma la scelta più o meno cosciente della meta di una vacanza ci è spesso suggerita dagli eroi della nostra infanzia, dalle canzoni della nostra adolescenza, dalle scene dei film che ci hanno colpito. Il nostro immaginario si nutre dei paesaggi e degli ambienti che scrittori, registi o musicisti hanno reso immortali con il loro talento, e che tuttora plasmano i nostri desideri d’evasione.

 

Spazio alla fantasia e alla voglia di esplorare, lasciandoci l’opportunità di viaggiare verso nuovi lidi, in questo momento solo virtualmente, affrontando la visione di un film che non avevamo ancora visto, sfogliando le pagine di un libro che non avevamo ancora letto, o ascoltando le note di un disco che non avevamo ancora sentito.