Esce il film e noi vi diciamo tutto ciò che dovete leggere su Wonder Woman

Bella come Afrodite e intelligente come Atena. Più forte di Ercole e più veloce di MercurioDiana Prince nasce da una statuetta d’argilla, plasmata dagli dei e dotata di poteri straordinari. Nei panni di Wonder Woman difende i deboli e gli oppressi, portando il suo messaggio di pace in nome di Themyscira, l’isola delle Amazzoni.
In occasione dell’arrivo in Italia di Wonder Woman 1984, l’attesissimo film Warner Bros. Pictures diretto da Patty Jenkins con protagonista Gal Gadot, in esclusiva digitale da venerdì 12 febbraio, Panini Comics presenta alcuni dei più appassionanti volumi DC Comics che raccontano le storie della Principessa delle Amazzoni.

In un mondo in larga parte dominato dai maschi, Wonder Woman arriva nel 1941 come un fulmine a ciel sereno. La sua essenza unica è allo stesso tempo tradizionale e infusa di una dirompente carica rivoluzionaria che la porta subito ad essere una delle più amate icone pop. Nel volume antologico Il grande libro di Wonder Woman si raccolgono le avventure più celebri e rappresentative della sua lunghissima carriera, ripercorrendo la sua evoluzione, sempre al passo con il sentire comune dell’epoca che ha attraversato, dal suo esordio negli anni 40 alle interpretazioni più recenti, come quelle di Brian Azzarello e Cliff Chiang. Assieme al creatore William Moulton Marston, tra i grandi autori e disegnatori raccolti in queste pagine ci sono anche Harry G. PeterGeorge PérezGene ColanRoss AndruJohn ByrneMike Deodato Jr.Yanick PaquettePhil Jimenez e Greg Rucka.

C’è poi Wonder Woman vs. Cheetah, una raccolta  degli scontri tra Wonder Woman e la sua nemica-amica per eccellenza, Cheetah. Dietro un grande eroe c’è sempre una grande nemesi e, infatti, “la donna ghepardo” è la villain per eccellenza nella lunga carriera della principessa delle Amazzoni. Il modello di perfezione femminile pensato con l’ideazione di Wonder Woman aveva bisogno di contrapporsi a una figura invidiosa, imprevedibile, selvaggia. Cheetah incarna tutte queste imperfezioni e diventa la principale nemesi della principessa di Themyscira, passando attraverso diverse incarnazioni e oscillando in più occasioni tra un’amicizia ritrovata e il pieno scontro. In questo volume ci sono alcune delle storie più rappresentative del dualismo Wonder Woman/Cheetah, ripercorso fin dai suoi esordi senza dimenticare anche le evoluzioni artistiche e iconografiche.

Gli appassionati del Multiverso DC non possono perdersi una chicca che arriva direttamente dagli anni 70, scritta da Gerry Conway e con i disegni di Josè Luis Garcia-LopezSuperman vs Wonder Woman (nella collana DC Limited Collector’s Edition, in formato “gigante” che rispetta le proporzioni dell’originale). Il tema alla base di questa storia è quello della bomba atomica e della scoperta, da parte dei due potentissimi eroi, del cosiddetto Progetto Manhattan. Questa mitica storia vede infatti l’Uomo d’Acciaio e l’Amazzone alle prese con le contraddizioni, i controsensi e i segreti della guerra, e i dilemmi morali che ne scaturiscono. Lo scontro è inevitabile!

Un altro grande classico di Wonder Woman è l’immortale ciclo di Greg Rucka che, già nel primo volume, apre le danze allo scontro epocale tra la principessa delle Amazzoni e Batman. Una serie di pericolosi nemici, come il Dottor Psycho e Silver Swan, attaccano Wonder Woman da ogni fronte, ed è la pubblicazione del suo libro che pone Diana al centro delle macchinazioni di una nuova, letale avversaria: Veronica Cale. Gli eventi messi in moto coinvolgono anche gli dei dell’Olimpo e finiscono per colpire direttamente il luogo che Wonder Woman chiama casa, Themyscira.

Per un viaggio nelle origini della principessa di Themyschira, c’è Wonder Woman: L’Amazzone, un’emozionante e toccante rivisitazione magistralmente narrata e illustrata dalla talentuosa Jill Thompson. Prima di diventare l’inarrestabile forza della natura che tutti conosciamo, infatti, Wonder Woman era la principessa Diana, figlia di Ippolita, la regina delle Amazzoni. Una figlia molto particolare, predestinata fin dalla sua nascita (anch’essa molto particolare) e cresciuta in un luogo leggendario. Questo volume racconta la storia della sua nascita ma anche gli anni cruciali della sua giovinezza e dell’evento che la portò a diventare Wonder Woman.

Una Wonder Woman inedita e calata nel contesto alternativo di un futuro distopico (per la linea DC Black Label dedicata a storie fuori continuity) si può scoprire in Wonder Woman: Terra Morta di Mike Spicer e Daniel Warren Johnson (miniserie in 4 parti, il cui finale sarà disponibile a partire da marzo). Quando Wonder Woman si risveglia dopo un sonno secolare e scopre che il mondo è ridotto a una terra desolata radioattiva, capisce di aver fallito. Intrappolata in un futuro oscuro e pericoloso, Diana deve proteggere l’ultima città umana da mostri titanici mentre cerca di scoprire il segreto di questa Terra morta… e perché potrebbe esserne responsabile.