Papu Gomez: una biografia a fumetti

di Paquito Catanzaro*

Tutti gli adulti sono stati bambini una volta… ma pochi di essi se ne ricordano.

Non scomodiamo a caso Antoine De Saint-Exupery e il suo Piccolo Principe, anzi. L’aforisma del narratore francese sembra perfetto per raccontare “Ciao, sono il Papu”, il libro illustrato (edito da Rizzoli) che racconta gli esordi di Alejandro Gomez, il numero 10 dell’Atalanta.
Idolo dei tifosi bergamaschi e non solo, il Papu racconta un frammento importante della sua vita, quello durante il quale – all’età di cinque anni – all’amore per la mamma se ne aggiunge un altro: quello per il calcio. Le acrobazie col cuscino, gli slalom tra gli scaffali del supermarket e le corse nei giardini pubblici lasciano spazio ai primi allenamenti con una vera realtà sportiva, quel Racing sogno di qualsiasi bambino argentino.
È lì che comincia l’ascesa sportiva che ha portato, molti anni dopo, il trequartista argentino alla serie A – prima col Catania, poi con l’Atalanta – e alla Champion’s League.
Il Papu si rivolge ai giovanissimi lettori non limitandosi a raccontare le sue gesta sportive, ma ponendo l’accento su valori come la lealtà sportiva, il rispetto delle regole e, soprattutto, l’amicizia. È quest’ultima, infatti, il collante per un gruppo di ragazzini che hanno un obiettivo comune: divertirsi.

A cinque anni – è il messaggio che arriva da queste pagine – si deve vivere il calcio come puro divertimento e come occasione per conoscere nuove persone, nuove culture, ma pure maturare nuove esperienze di vita. Misurarsi con gli avversari, sbagliare un gol, subirne uno dagli avversari e magari perdere una partita, tutto questo fa parte del libro della vita. Una storia da scrivere giorno per giorno sognando a occhi aperti, ma mettendo in conto pure qualche broncio e più di un sacrificio se davvero si vuole diventare un calciatore professionista.
L’esperimento letterario è interessante e molto ambizioso: una biografia del genere può essere un ottimo viatico per avvicinare i bambini alla lettura, mostrando il fascino delle storie. Meno popolare di quello del calcio – forse – ma altrettanto carico di magia. O forse di più.

* Paquito Catanzaro lavora come addetto stampa della casa editrice Homo Scrivens e come insegnante di ludoteatro in una scuola materna. Coordina il blog Il Lettore Medio e ha una passione smodata per le figurine dei calciatori Panini. Ha pubblicato tre romanzi e una raccolta di racconti sul calcio.