SalTo20 diventa SalToExtra: dedicato alle vittime del virus. In attesa di abbracciarci.

Dopo trentadue anni, per la prima volta nella sua storia, il Salone Internazionale del Libro di Torino, una delle più importanti manifestazioni editoriali del nostro continente, non si potrà svolgere a maggio, nella sua forma abituale, a causa dell’emergenza Covid-19 che rappresenta una drammatica minaccia per la salute di ciascuno, per la nostra idea di convivenza, per gli equilibri (pubblici e privati) su cui si fondano, o dovrebbero fondarsi, le comunità in cui viviamo.

In attesa di tornare nella veste abituale, in autunno o non appena possibile, il Salone ha però maturato la consapevolezza che a questa crisi si deve reagire, e che lo si può fare subito, con gli strumenti da sempre offerti dalla conoscenza. È stata quindi immaginata un’edizione straordinaria della manifestazione lunga quattro giorni per la quale il gruppo di lavoro del Salone ha lanciato un appello ad alcune delle migliori menti sparse in giro per il mondo. Che si occupino di letteratura, di scienza, di studi storici, di filosofia, di musica, di cinema, la loro risposta è stata immediata e generosa. In nome della solidarietà, dell’amicizia tra i popoli, della condivisione di risorse e conoscenze. Il virus ci impedisce di abbracciarci al di là di un confine regionale o nazionale, ma questo non è sufficiente per farci smettere di tenere viva la tensione che ci stringe gli uni agli altri, in questo caso grazie al potere dei libri.

Da giovedì 14 a domenica 17 maggio sul sito del Salone sarà possibile seguire un ricco programma di eventi in live streaming e interagire con gli ospiti nazionali e internazionali che hanno risposto all’appello. I canali social del Salone (Facebook, Instagram, Twitter) racconteranno in diretta tutti gli appuntamenti. Nella giornata di venerdì 15 maggio diversi incontri saranno trasmessi in diretta su Rai Radio3 (“Tutta la città ne parla”, “Radio3Mondo”, “Radio3Scienza”, “Fahrenheit”, “Hollywood Party”, “Radio3Suite”). In particolare, oltre all’impegno di Radio3, anche le altre direzioni, le reti e le testate radiotelevisive – da Rai Ragazzi a Rai Libri, da Rai1 a Rai Cultura, da RaiNews24 alla Tgr – racconteranno al grande pubblico gli eventi della rassegna torinese, con un ampio spazio anche sui canali social Rai.

Questa è un’edizione straordinaria, appunto, dedicata alle vittime del virus, ai loro parenti, al personale medico e paramedico che con abnegazione e professionalità sta salvando tante vite. Un grande momento di riflessione e di incontro, dedicato al futuro di tutti noi.

Quando, mesi fa, è stato scelto il titolo della XXXIII edizione, “Altre forme di vita”, l’obiettivo era di evocare il futuro prossimo. Oggi questo titolo si dimostra una piccola profezia. Stiamo davvero vivendo “altre forme di vita”, “forme di vita” che fino a qualche mese fa non potevamo immaginare. Ma l’uomo è tanto fragile e tanto inadeguato almeno quanto è capace, volta per volta, di tirarsi fuori dal ventre di balena. Torino, il Piemonte, l’Italia saranno per quattro giorni un punto di riferimento per tutte le persone che confidano anche nei libri per provare a immaginare, insieme, un futuro migliore.

Con questa edizione straordinaria prende il via un percorso di attività online che accompagnerà la grande comunità del Salone, editori e lettori, all’edizione autunnale: presentazioni editoriali, rubriche di approfondimento culturale, e nuovi format per il racconto digitale del mondo dei libri e della cultura. Durante le giornate del Salone EXTRA, gli editori potranno inoltre raccontare le novità editoriali attraverso la condivisione della copertina del loro Libro della ripartenza.

Dichiara Nicola Lagioia, Direttore Artistico del Salone del Libro: “Nel dolore la consapevolezza, nell’amore la conoscenza. Qualche giorno fa, in una delle ore più buie, confuse e dolorose per il nostro paese e per il mondo intero, il gruppo di lavoro del Salone Internazionale del Libro di Torino ha fatto un sogno: riunire alcune delle migliori menti del pianeta per ragionare insieme su ciò che sta accadendo. Abbiamo cominciato a contattare prima timidamente, poi con sempre maggiore convinzione gli interlocutori: le risposte sono state entusiastiche. Il nostro, ci siamo resi conto, era un sogno condiviso. Così, dal 14 al 17 maggio, ci daremo ancora una volta appuntamento intorno al focolare del Salone. Nel nome della solidarietà, della condivisione, dell’amicizia. Se faremo scattare in noi quell’antica scintilla, ne sapremo molto di più, e allora sapremo anche di avere un futuro”.

I PRIMI OSPITI ANNUNCIATI
Il programma completo sarà disponibile nei prossimi giorni su salonelibro.it.

Giovedì 14 maggio
Lezione inaugurale di Alessandro Barbero in collegamento dalla Mole Antonelliana di Torino

Venerdì 15 maggio e sabato 16 maggio
Incontri in live streaming e su Radio 3.
-Samantha Cristoforetti
-Pietro del Soldà con Amitav Ghosh e i ragazzi di Fridays For Future (Tutta la città ne parla)
-Ahdaf Soueif (Radio 3 Mondo)
-David Quammen e Paolo Vineis (Radio 3 Scienza)
-Chen Jiang Hong, Bernard Friot, Huck Scarry
-Katherine Rundell, Elisa Palazzi e Federico Taddia
-André Aciman
-Anna Grazia Stammati, Javier Cercas, Annie Ernaux e Lorenzo Flabbi, Walter Siti racconta Proust (Fahrenheit)
-Fabrizio Barca e Roberta Carlini
-Vinicio Capossela
-Serena Vitale
-Dacia Maraini
-Francesco Lettieri e Peppe Fiore (Hollywood Party)
-Luigi Mascheroni su Fruttero/Lucentini
-Flavia Mastrella e Antonio Rezza (Radio3 Suite)
-Francesco Piccolo
-Salman Rushdie
-Ottavio Fatica e Roberto Arduini sulla nuova traduzione de Il Signore degli anelli
-Ocean Vuong
-Maurizio De Giovanni
-Linus
-Hoda Barakat
-Jovanotti
-Jared Diamond
-Lezione di Anita Raja sulla traduzione
-Omaggio a Albert Camus (Catherine Camus, Roberto Saviano, Paolo Flores d’Arcais)
-Myss Keta
-Roberto Calasso con Tim Parks
-Luciano Floridi
-Paolo Cognetti con Gabrielle Filteau-Chiba
-Walter Siti
-Donna Haraway
-Paolo Rumiz

Domenica 17 maggio
Gran finale: maratona in diretta dalla torre di libri di François Confino, che è diventata un simbolo del Salone e della sua comunità
-Fabrizio Bosso
-Mariangela Gualtieri
-Lectio di Padre Bianchi ‘Dio non lasciarci nella tempesta’
-Zerocalcare
-Paolo Giordano
-Spiritual Trio
-Massimo Gramellini e Carlo Rovelli
-Eugenio in Via Di Gioia
-Alessandro Baricco
-Arturo Brachetti
-Roberto Saviano
-Fabrizio Gifuni
-Perturbazione