Oltre 500 editori e 600 eventi per i 18 anni di Più libri più liberi.

Dal 4 all’8 dicembre torna Più libri più liberi, giunta alla sua diciottesima edizione.
Moltissimi autori e personaggi si confronteranno sul tema I confini
dell’Europa.  Ospiti d’eccezione, la 17enne attivista russa Olga Misik, che
sfida il regime di Putin, e la sindaca di Danzica Aleksandra Dulkiewicz.

Yasmina Khadra, Jacques Rupnik, Romano Prodi, Erri De Luca, Salvatore Scibona, Valeria
Luiselli, Eduard Limonov, Dimitri Deliolanes, Donatella di Pietrantonio, Zerocalcare, Maurizio De Giovanni, Concita De Gregorio, Gipi, Dacia Maraini, Altan, Paolo Giordano, Sandra Petrignani, Brian Selznick, Michela Murgia, Gianrico Carofiglio, Pif, Nadia Terranova, Melania Mazzucco, Moni Ovadia: sono solo alcuni tra i moltissimi autori e personaggi che si confronteranno sul tema I confini dell’Europa.

Si parlerà di politica e dei grandi mutamenti del mondo contemporaneo con i direttori e i
giornalisti delle più importanti testate italiane: Lucia Annunziata, Pierluigi Battista, Luigi Contu, Virman Cusenza, Marco Damilano, Federico Fubini, Francesca Mannocchi, Tonia Mastrobuoni, Ezio Mauro, Paolo Mieli, Antonio Padellaro, Paolo Rumiz, Nello Scavo, Michele Serra, Marco Travaglio, Carlo Verdelli e molti altri.

Dopo lo straordinario successo dello scorso anno, che ha registrato un nuovo record di
presenze, dal 4 all’8 dicembre torna a Roma, nell’avveniristica cornice della Nuvola dell’Eur, Più libri più liberi, la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, giunta alla diciottesima edizione. La manifestazione è promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE). La fiera si conferma come l’evento culturale più importante della Capitale – ormai sempre più riconosciuto sia a livello nazionale che internazionale – dedicato esclusivamente agli editori indipendenti italiani. Quest’anno oltre 520 espositori, provenienti da tutto il Paese, presenteranno al pubblico le novità e il proprio catalogo. Cinque giorni e più di 670 appuntamenti in cui ascoltare autori, assistere a letture, dibattiti, performance musicali e incontrare gli operatori professionali.

UN MERCATO IN ULTERIORE CRESCITA
Cresce il numero dei piccoli e medi editori (+0,9%), crescono ancora le novità pubblicate (+11,5%) e cresce ulteriormente il peso dei titoli dei piccoli editori sul totale dei libri in commercio (più di 1 titolo su 2 è da ricondurre alla piccola e media editoria: 52,9%). Cresce anche la loro quota di mercato nelle librerie, online e grande distribuzione (è al 41,4%).

I CONFINI DELL’EUROPA
Il tema scelto per questa edizione di Più libri più liberi è I confini dell’Europa. Nel 2019, la manifestazione compie diciotto anni, un traguardo importante, che la Fiera ha voluto celebrare ponendo al centro del programma il tema nevralgico dell’Europa. Una questione cruciale – per il nostro presente e per gli anni che ci attendono – da affrontare non attraverso speculazioni teoriche ma tramite discussioni aperte, dove confrontarsi su punti fondamentali come l’identità, il dialogo, i valori. Ma anche gli assetti geopolitici, la democrazia e i diritti civili.

RESISTENZE
Dalla Catalogna all’Iraq, dal Libano al Cile, da Hong Kong alla Bolivia: il mondo è scosso da un nuovo fermento di proteste e rivendicazioni. Tra questi paesi, molto diversi per storia, cultura, condizioni economiche e di vita, c’è un filo rosso che unisce le manifestazioni e la loro urgenza a livello globale: la volontà di trasformare sistemi politici corrotti e la richiesta fondamentale di libertà. I ragazzi che scendono per le strade in tutto il mondo rappresentano le diverse forme in cui si esprime la militanza politica nel nuovo millennio: tante “Resistenze”, contro le nuove forme di oppressione. Per questo la Fiera quest’anno accoglierà, giovedì 5 dicembre, alle ore 11.30, in Sala La Nuvola, un’ospite d’eccezione: Olga Misik, la 17enne attivista russa che a Mosca, durante una manifestazione per la democrazia, ha affrontato la polizia di regime leggendo gli articoli della Costituzione. La giovane, arrestata per il suo impegno, fa parte della cosiddetta “generazione Putin”: quei ragazzi, nati a cavallo del Duemila, che non hanno conosciuto altro capo di Stato all’infuori di Vladimir Putin. Una generazione entusiasta, che non ha paura di manifestare per rivendicare i propri diritti e che ha trovato in Olga un simbolo formidabile.
Zerocalcare e Ylmaz Orkan saranno i protagonisti insieme a Valerio Mastandrea e Marco Damilano, di un importante incontro dedicato alla resistenza curda, tema da sempre affrontato dal fumettista a cui ha dedicato anche uno dei suoi più famosi libri.
AUTORI ITALIANI
I cinque giorni della Fiera rappresenteranno un’occasione unica per incontrare molti importanti autori italiani e assistere alla presentazione di tutte le innumerevoli novità dai cataloghi dei piccoli e medi editori nazionali, a conferma della straordinaria vivacità della categoria. Nell’anno del decennale del terremoto, Più libri più liberi vuole porgere un omaggio alla città dell’Aquila e ai suoi abitanti: Donatella Di Pietrantonio, scrittrice profondamente legata alla cultura e al territorio dell’Abruzzo, sarà la protagonista di uno speciale incontro in ricordo di quel tragico avvenimento, con le letture di Lucia Mascino.
Autodifesa di Caino è il titolo dell’ultimo monologo, mai andato in scena, di Andrea Camilleri: una riflessione profonda sul bene e il male, che il grande autore non è riuscito a portare sul palcoscenico. Ne parleranno Roberto Andò, Roberto Fabbriciani, Tomaso Montanari, Alessandra Mortelliti, Salvatore Silvano Nigro e Marino Sinibaldi.

AUTORI STRANIERI
In un’edizione che si concentra sull’approfondimento del tema dell’Europa, con uno sguardo anche ai conflitti che agitano tutto il mondo contemporaneo, non potevano mancare scrittori e intellettuali provenienti da ogni angolo del globo. In tantissimi hanno risposto all’appello di Più libri più liberi, a cominciare da Yasmina Khadra, scrittore apprezzato nel mondo intero, che con Francesca Mannocchi affronterà temi come l’integrazione, il terrorismo, i conflitti in Nord Africa e in Medio Oriente, attraverso la straordinaria forza descrittiva che caratterizza le sue opere letterarie. Tra i molti incontri, Salvatore Scibona presenterà il suo romanzo Il volontario,
l’appassionante storia di un uomo alla ricerca delle proprie radici, attraverso decenni di storia degli Stati Uniti. La scrittrice messicana Valeria Luiselli sarà in Fiera per raccontare al pubblico Archivio dei bambini perduti, il grande romanzo
del presente americano, un lessico famigliare che unisce al senso politico dello scrivere l’idea che vita e letteratura siano strettamente intrecciate.

La manifestazione è sostenuta dal Centro per il libro e la lettura, dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, dalla Regione Lazio, da Roma Capitale, dalla Camera di Commercio di Roma, Unioncamere Lazio, dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria e da ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, con il contributo della Fondazione Cultura e Arte, ente strumentale della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e di BNL Gruppo BNP Paribas. È realizzata in collaborazione con Istituzione Biblioteche di Roma, ATAC Azienda per i trasporti capitolina, EUR spa, Roma Convention Group e si avvale della Main Media Partnership di RAI. Più libri più liberi partecipa ad ALDUS, la rete europea delle fiere del libro cofinanziata dall’Unione Europea nell’ambito del programma Europa Creativa. La manifestazione è presieduta da Annamaria Malato, diretta da Fabio Del Giudice mentre il programma culturale è stato realizzato da Silvia Barbagallo.

Maggiori info disponibili sul sito.